Influencer marketing: 5 trend da conoscere e qualche dritta per il 2018

L’influencer marketing è sempre più popolare nel mondo e, tra nuovi trend, qualche conferma e alcune insidie per i marketer meno avveduti, continuerà a crescere anche nel 2018.

Le ragioni di questo successo sono molteplici, ma le principali sono certamente la versatilità delle campagne (questo tipo di marketing funziona per ogni azienda in qualunque settore) e la natura non invasiva dei messaggi.

Ecco cosa aspettarsi nel corso del prossimo anno a livello di nuove tendenze. Adeguarsi in fretta e con qualche accorgimento può fare la differenza per una strategia vincente di influencer marketing.

1. Salirà la domanda e con essa i costi

Gli influencer sono sempre più richiesti per le campagne promozionali dei brand sui social media. E una maggiore domanda di ‘personalità influenti’ non potrà che far aumentare il valore dei loro servizi.

Mentre finora, molti influencer si accontentavano di ricevere da parte dei committenti campioni gratuiti o qualche altra forma di remunerazione (come servizi o viaggi), nel 2018 si prevede che grandi e piccoli influencer chiederanno di più, che non significa necessariamente più denaro (che comunque rimane sempre un argomento convincente – ndr), ma ad esempio vere e proprie partnership con i marchi.

Faranno pesare il loro seguito, e i loro impegni con le aziende dipenderanno principalmente da un paio di valutazioni, ovvero: se sia giusto e utile per loro partecipare a determinate iniziative e come un eventuale impegno più ‘organico’ con un marchio sia ‘vissuto’ dai follower. Quindi, nel contattare un influencer per una campagna, sarà necessario andare oltre la mera offerta economica, bisognerà insistere sui benefici di un determinata collaborazione, anche per la sua carriera.

  • Consiglio: utilizza una piattaforma o un’agenzia specializzata. Le agenzie e le piattaforme di influencer marketing ti aiutano a trovare i personaggi giusti per il tuo marchio, oltre ad avere le competenze per curare tutti i dettagli, dalla scelta iniziale, appunto, alla gestione/esecuzione quotidiana delle attività previste.

2. Monitorare gli indicatori di performance sarà ancor più decisivo

All’aumento delle richieste degli influencer dovrà necessariamente corrispondere un adeguamento dei budget delle imprese da destinare alle campagne social del 2018. La misurazione dell’efficacia e del ROI sarà cruciale. Ciò significa impostare preliminarmente metriche concrete e facililmente monitorabili, come: conversioni, traffico sul sito, coinvolgimento (interazioni) e crescita dei follower – tanto per citarne alcune.

Secondo The Next Web, possiamo “aspettarci lo sviluppo di nuovi software e piattaforme di influencer marketing che rendano questo processo significativamente più semplice, data la crescente necessità di misurazioni precise”.

  • Consiglio: ricerca e imposta i tuoi KPI e confrontati con gli influencer. Prima di firmare con un influencer, fissa gli obiettivi di business che desideri ottenere. Decidi quali KPI utilizzare per valutare il successo o meno della strategia, confrontati e chiedi garanzie su risultati specifici e concreti. È importante concordare metriche che siano realistiche e facilmente misurabili.

3. Video sempre più imprescindibili

Il 2017 è stato l’anno della consacrazione definitiva del video marketing, che al momento rappresenta più di tre quarti di tutto il traffico internet. E nel 2018 i video prenderanno ancor di più il sopravvento, soprattutto a causa di una capacità di attenzione dell’utente medio in costante calo e in virtù della  loro natura dinamica e coinvolgente. I filmati, infatti, sono considerati due volte più efficaci nell’incrementare le vendite rispetto ad altri tipi contenuti – secondo gli ultimi dati The Next Web .

I video sono percepiti come più autentici, meno faticosi da seguire e qualche volta pure divertenti, ed è per tali ragioni che gli stessi influencer puntano molto su questo formato e continuano a sperimentare nuovi format e idee creative attraverso Facebook Live, Instagram Stories, Snapchat o realtà aumentata.

  • Consiglio: richiedi contenuti video di qualità agli influencer. Che tu abbia bisogno di tutorial, presentazioni o recensioni di prodotti/servizi, backstage o altro, guarda sempre quel che un determinato influencer ha fatto in passato e cerca di capire se fa al caso tuo.

4. Autenticità, credibilità e trasparenza degli influencer saranno cruciali

Il successo di una strategia di influencer marketing è direttamente proporzionale all’adeguatezza del personaggio scelto. Il primo pericolo è di affidarsi a chi, tentando di approfittare della forte domanda di influencer, si finga quel che non è, acquistando ad esempio falsi follower, pratica molto diffusa e semplice da realizzare, purtroppo. Lavorare con millantatori può essere disastroso per un brand: estrema cautela e accurata selezione sono indispensabili.

Adeguatezza significa anche traparenza. Non sono pochi i casi balzati agli onori della cronaca recentemente di personaggi famosi che hanno fatto da testimonial occulti sui social network per pubblicizzare i prodotti più svariati. Ci sono diverse cause in corso negli Usa e anche in Italia si vedono i primi segnali di un giro di vite all’orizzonte: lo dimostrano i diversi esposti presentati da parte di alcune associazioni di consumatori all’Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM) per segnalare pratiche promozionali scorrette di diversi marchi e personalità dello spettacolo.

  • Consiglio: non scegliere necessariamente il più famoso e seguito, punta sul più adatto e credibile. Una buona soluzione è lavorare con diversi “micro-influencer”, meno conosciuti ma più ‘a fuoco’, invece di investire tutto il budget su un super-famoso. I micro-influencer hanno ovviamente un seguito minore, ma anche un rapporto più stretto con i propri follower e spesso questo li rende più autentici e credibili. A differenza dei mega-influencer che magari si limitano semplicemente a taggare un marchio per un product placement, quelli meno noti passano anche diverse ore a curare il tuo post su Instagram perfetto. E alla fine cotanto zelo può rivelarsi molto più premiante per il tuo brand.

5. Instagram supererà il miliardo di utenti

Instagram continuerà la sua ascesa anche nel 2018. Ha annunciato di aver raggiunto gli 800 milioni di utenti, rispetto ai 100 milioni di aprile. L’anno prossimo la piattaforma supererà certamente un miliardo di iscritti.

Ovviamente tale traguardo farà crescere ulteriormente e influenzerà – scusate il gioco di parole –  l’influencer marketing su questa piattaforma, che sarà in grado di offrire sempre maggiori opportunità a marchi e testimonial, in primis un’audience più ampia e in crescita ulteriore.

  • Consiglio: semplice, metti Instagram al centro delle tue strategie!
Profile photo of Fabio Carlini
Fabio Carlini

Giornalista ed esperto in comunicazione, è affascinato dal variegato universo delle start-up del web, che è al centro, non di rado, dei suoi sforzi e delle sue velleità creative.

Lascia un commento

avatar