Inbound marketing, in quanto tempo si vedono i risultati?

Quando affermiamo che l’inbound marketing funziona, è perché lo dicono i fatti. Il marketing per sua natura si basa su analisi e obiettivi misurabili, non su congetture. Quindi la domanda da porsi semmai è:

quanto tempo è necessario affinché funzioni e porti ai risultati attesi?

Si tratta di una domanda complicata, con una risposta articolata ma comprensibile. Il digital marketing in generale, soprattutto se focalizzato sulla generazione di lead, richiede risorse significative e di conseguenza i marketer vogliono vedere un ritorno tangibile sull’investimento in un lasso di tempo ragionevole. Ma proviamo a rispondere alla domanda.

Dipende molto dal punto di partenza

Un’azienda con 300 follower su tutte le piattaforme social non beneficerà quasi certamente di un impulso immediato alla sua attività, anche potendo contare sulla migliore delle strategie digital. C’è da aspettarsi invece che un business con 10.000 fan e una presenza sui social media consolidata vedrà probabilmente una crescita più veloce, in virtù proprio di questa base di partenza privilegiata.

L’inbound marketing ha di bello però che è rilevante ed efficace tanto per le aziende con un piccolo seguito quanto per le aziende più popolari.

Se stai iniziando da pochi follower sui social a da un database di contatti limitato per le tue campagne di e-mailing, hai solo molto più spazio per crescere insomma. E potresti scoprire in breve tempo che una strategia ben impostata e sviluppata ti consente sin da subito di avere anche un coinvolgimento più significativo dei tuoi fan già acquisiti.

Ma, realisticamente, non vedrai la crescita del business da un giorno all’altro, e se ti affidi solo ai social media, stai lavorando comunque in salita, oltre che in maniera parziale.

L’inbound marketing non fa miracoli

Se ti hanno detto che l’inbound marketing è magico e non richiede un duro lavoro quotidiano, ti hanno semplicemente preso in giro. La verità è che richiede un enorme sforzo. È un insieme di azioni di causa ed effetto. Più contenuti di qualità pubblichi, più la tua base di fan cresce. E man mano che il tuo seguito aumenta, i tuoi lead ne beneficiano. Così s’innesca il circolo virtuoso, alimentato e supportato dalla SEO, ma soprattutto da clienti soddisfatti e informati che con il passaparola diventano i primi promotori del tuo business.

L’inbound marketing di successo si affida costantemente a metodi collaudati come la creazione di contenuti e l’e-mailing. In qualità di marketer, il tuo ruolo è quello di coltivare e promuovere questi modelli in azienda. E non lesinare troppo sull’investimento. A fronte di uno sforzo ridotto devi aspettarti che i tempi necessari a raccoglierne i frutti si allunghino. Tutto qua.

Ci vuole un tempo ragionevolmente lungo

In definitiva, la domanda che dovresti porti non è la velocità con cui funziona, ma quali azioni compiere per ottenere risultati. Il marketing in generale è interamente basato sulla strategia. Pianificare efficaci attività giornaliere, settimanali, mensili e trimestrali. Ecco la chiave del successo e della crescita a lungo termine.

Gli obiettivi che hai definito all’inizio ti danno la misura della bontà della strategia adottata e possono aiutarti ad adeguarla o a stabilire nuovi traguardi. E’ bene osserare la crescita mese per mese, magari con analisi più approfondite condotte a intervalli trimestrali e annuali.

Ah, Google AdWords e le campagne social a pagamento possono contribuire di certo a farti raggiungere risultati più immediati, a condizione però che tu stia indirizzando il traffico generato verso pagine di destinazione ben congeniate e pertinenti.

Vuoi una risposta più specifica?

Non aspettarti di vedere cambiamenti significativi almeno per i primi 6 mesi . A quel punto, però, se avrai lavorato bene, avrai posto le basi per una costante crescita futura.

Mentre ti imbarchi in una strategia di inbound marketing, evita la tentazione di ‘accamparti’ nella tua dashboard delle statistiche, aspettando con ansia un aumento del traffico e dei lead del sito. Usa le tue energie piuttosto per trovare l’ispirazione e creare contenuti significativi e di successo sui social. Una buona idea sarebbe affidarti a dei professionisti del content, ad esempio. Ma soprattutto tieni a mente continuamente il tuo cliente ideale. Il resto vien da sé…

 

Profile photo of Fabio Carlini
Fabio Carlini

Giornalista ed esperto in comunicazione, è affascinato dal variegato universo delle start-up del web, che è al centro, non di rado, dei suoi sforzi e delle sue velleità creative.

Lascia un commento

avatar